SERVIZIO CLIENTI: 040 348.08.58

Domande frequenti

Per quanto tempo si conserva l’acqua nel boccione?

L’acqua ha una scadenza di legge di 18 mesi dall’imbottigliamento. Tale data è riportata sul tappo. Noi ci riforniamo direttamente dalla fonte/imbottigliatore. L’assenza di intermediari garantisce che l’acqua che Vi consegnamo sia FRESCHISSIMA in quanto imbottigliata al massimo un mese  prima.

Bisogna adottare particolari accorgimenti per la conservazione?

Sì. I boccioni (come pure le normalissime bottiglia d’acqua minerale naturale) non vanno MAI esposti alla luce del sole. L’esposizione al sole infatti può innescare il processo della fotosintesi clorofilliana e sviluppare delle alghe. Questo perché nell’acqua sono normalmente presenti cellule vegetali (le sorgenti d’acqua, soprattutto quelle d’alta quota, sono circondate da boschi) e non Vi è aggiunta di cloro o altri antibiotici.

Quanti bicchieri di acqua vengono erogati con un boccione?

Un boccione da 18 litri eroga acqua per circa 100 bicchieri (la capacità di un bicchiere è di 200 cc.)

E’ possibile avere dallo stesso erogatore anche acqua calda?

Sì, è una funzionalità che è possibile avere dietro richiesta.

Ed anche l’acqua frizzante?

Con gli erogatori per boccioni il sistema è costoso ed il risultato deludente causa l’assenza di pressione. Pertanto se desiderate un erogatore anche d’acqua frizzante, orientatevi su un erogatore a rete idrica.

Quanta energia elettrica consuma il refrigeratore?

Pochissima: il refrigeratore nell’arco completo di una giornata (24 ore) consuma quanto una lampadina da 100 watt accesa per 1 ora soltanto.

Quanto spesso va fatta la sanificazione?

Premesso che non esiste alcuna normativa a riguardo (e quindi, ahimè, ognuno è libero di fare quello che gli pare…), noi consigliamo almeno 2 sanificazioni all’anno.

Con che materiale sono realizzati i boccioni?

Sul mercato esistono due tipologie di boccioni: quelli a rendere in POLICARBONATO e quelli in PET monouso.
Nonsoloacqua utilizza esclusivamente bottiglioni in PET monouso perché più sicuripiù igienici e perché, una volta vuotati, costituiscono un ottimo materiale da riciclo utilizzabile per altre produzioni (la produzione di riciclato di PET da boccioni vuoti richiede il 60% di energia in meno rispetto a quella di PET vergine).
Il boccione d’acqua monouso viene prodotto ad una temperatura di fusione di circa 200°C e subisce  un processo di sterilizzazione  per poi essere immediatamente riempito.
E’ facilmente trasportabile, di estrema praticità e igienicamente sicuro, grazie anche alla sua chiusura ermetica che elimina ogni possibile inquinamento dell’acqua, mantenendone intatta la purezza.